“Prima di tutto la salute, prima di tutto il benessere”

Questa comune affermazione contiene una profonda verità: “Tutti gli esseri vogliono la felicità e nessuno vuole la sofferenza”. Tuttavia per quanto si dica “non vogliamo soffrire” facciamo poco per capire le cause profonde che sono alla radice di molti nostri malesseri. La stessa malattia è il sintomo di una situazione più ampia e profonda. Inoltre vediamo la malattia come il nostro peggiore nemico ignari del fatto che essa stessa è il segnale d’allarme di un perduto equilibrio.

Il-Buddha-della-guarigioneSecondo la saggezza popolare, quando la scarpa calza, il piede viene dimenticato, però quando la scarpa è scomoda, avvertiamo la presenza del piede in modo  prevalente rispetto a tutto il corpo. Così pure quando stiamo bene, quando siamo felici, dimentichiamo il corpo.

Quando siamo infelici, quando non stiamo bene, necessariamente emerge il malessere, che si riflette sul corpo. Un malessere che magari nasce negli strati più profondi  della coscienza,alcuni direbbero dell’anima,che inevitabilmente si riflette, prima o poi,sul corpo.

Quando stiamo male, ammesso che ce lo concediamo, è importante recuperare il senso della relazione con il proprio interno, al fine di giungere ad una conoscenza  unitaria delle funzioni di tutti gli organi. Purtroppo, per molti versi, abbiamo ancora ereditato, nella nostra cultura, il concetto di separatezza che si riflette in molti  campi, non ultimo quello medico, per cui ci si può specializzare sulla funzione di un determinato organo, e sulla malattia che lo colpisce,ignorando poi il complesso  insieme di relazioni che determinano la qualità della nostra vita.

Per capire cosa fare per giungere all’armonia di corpo, mente e spirito è importante accrescere una comprensione Olistica. Un primo passo che ognuno di noi può fare in  questo senso è osservare la natura dentro e fuori noi.

Per ristabilire l’equilibrio a tutti i livelli è importante nutrire correttamente l’organismo, sia dal punto di vista fisico e psichico che spirituale. Un valido aiuto per  raggiungere un maggiore benessere, può venire dalla pratica regolare della meditazione. Per meditazione intendiamo l’espansione della coscienza grazie ad una sempre  maggiore consapevolezza.

Grazie alla meditazione purifichiamo ed allineiamo il veicolo psicofisico alla realtà transpersonale e trascendente che viene chiamata, dalle varie tradizioni, con diversi  nomi. L’impegno meditativo non esclude dunque l’attenzione e la cura psicofisica, anzi necessita di una profonda comprensione di quest’area per permetterci di  realizzare la nostra natura transpersonale e spirituale. Questa attenzione e cura sono alla base delle diverse attività che l’Associazione Amita Luce Infinita propone.

Per ulteriori informazioni: www.psicosomaticaolistica.it

FioreDiLoto_verde